Dicono di lei:

"... le opere ad acquerello di Vanna Lancini emanano gioia ed energia, grazie anche all'uso di cromie molto decise. Negli ultimi anni ha rinvigorito la sua tecnica introducendo l'uso della spatola. Ciò ha permesso di aggiungere al suo lavoro un segno personale più denso e graffiante, utilizzando uno strumento per molti aspetti inconsueto nell'amministrare i liquidi dell'acquerello.
Per Vanna, affrontare il quadro è come tuffarsi nello stesso elemento che gestisce con autorevolezza, libera di "nuotare" con istinto e passione.
Le evoluzioni dell'artista sul foglio sono simili al suo gioioso fluttuare tra le onde e le ricordano lo stesso amore che nutre per il mare...".